SCRITTURA COLLABORATIVA

Condividere la rappresentazione dell'offerta formativa


Che cosa è un wiki ?


Esempi di scrittura collaborativa ... ieri e ai tempi del Web 2.0

WIKI E "MODELLO GOLD"


Il wiki risponde bene al modello di documentazione multimediale come incubatore di innovazione proposto da GOLD : il Modello “vivi - trasferisci - rifletti”, far rivivere l'esperienza per creare coinvolgimento e motivazione (area emotiva), fornire precise istruzioni per riproporre percorsi e processi (area cognitiva), attivare il riesame e il dibattito educativo, professionale e sociale sulle esperienze realizzate (area metacognitiva).
Il wiki consente dunque di diffondere efficacemente le buone pratiche e attivare la creatività.

Il wiki, tecnologia 2.0 , può costituire anche un "ambiente integrato " per:

Raccontare l'esperienza per esprimerne il senso, per coinvolgere emotivamente e per motivare alla sua riproposizione.
La documentazione del resto dovrebbe essere realizzata sempre in una collettività, dovrebbe essere una narrazione da più punti di vista (anche se la sua rappresentazione finale potrebbe essere ricondotta ad uno soltanto): è su di essa che si può costruire un'effettiva comunità; le comunità si fondano, infatti, su racconti dai quali emergono significati e valori condivisi.
A metà degli anni '90 è stata del resto formalizzata la metodologia del Digital Storytelling, cioè del racconto di storie di vita tramite strumenti digitali; si tratta di racconti collettivi o di racconti individuali, autobiografie, che possono essere avvicinati, messi a confronto e collegati, riconnettendo i singoli in comunità; essi funzionano come collante culturale.





Una rinnovata attenzione allo strumento della narrazione (anche se solo di tipo testuale) nella costruzione dell'identità professionale dei docenti si individua anche in un progetto dal titolo "Storie di didattica" promosso dal Social Network "La scuola che funziona" che, con oltre 2500 iscritti, costituisce una delle maggiori web-community di insegnanti in Italia.

storiediddidattica.jpg

Descrivere l'esperienza per fornire tutti gli elementi necessari a riproporla, adattandola a nuovi contesti didattici.
Si veda in proposito lo schema GOLD per la "Descrizione dell'esperienza ", ma si considerino anche i vari materiali prodotti dagli allievi, la documentazione di mostre ed eventi e gli "Strumenti didattici", cioè quei materiali originali, prodotti e utilizzati dagli insegnanti nel corso dell’esperienza che possono, con opportuni adattamenti, essere trasferiti in altri contesti: ad esempio, un modo di condurre una lezione, un insieme di esercizi, schede di osservazione o di valutazione degli apprendimenti, una modalità di organizzazione della classe, l'organizzazione di un'attività laboratoriale, una simulazione costruita in internet, ecc.; il tutto sempre corredato da precise indicazioni circa le modalità d'uso.

Riesaminare collettivamente l'esperienza per ricavarne indicazioni professionali di ampio respiro e supportare la sua riproposizione e nuovi sviluppi in una "dimensione generativa".
La documentazione, in ultima analisi, è un riesame collettivo. Dai racconti dei protagonisti, dai vari punti di vista, possono dunque scaturire aspettative, riflessioni, valutazioni, ipotesi di miglioramento e sviluppo in un dibattito che dalla professione docente si può estendere fino alla gestione dei rapporti con gli utenti e gli stakeholder.
Anche gli allievi possono partecipare al riesame, e ciò si configurerà come un fondamentale momento metacognitivo di ricostruzione di una rappresentazione dell'apprendimento conseguito: documentazione e didattica possono dunque risultare intimamente legate.
Gli strumenti di un wiki che consentono di sviluppare riflessioni collettive e dibattito sono solitamente un forum (uno unico per tutto il wiki o uno per ogni pagina) e un sistema di posta elettronica fornito dalla piattaforma (un sistema interno che permette il dialogo tra i membri senza comunicare indirizzi e-mail).
Qualora vi fosse necessità di aumentare le modalità di scambio ed interazione si può far ricorso ad una specifica piattaforma di collaborazione on line, come, ad esempio, Vyew: essa consente di aprire "stanze" in cui è possibile attivare chat, audio-chat e video-chat, disegnare e scrivere note, caricare e condividere documenti, nonché modificarli cooperativamente nel corso dei meeting.



Riflessione collettiva a fine multimedializzazione di un'esperienza didattica

DIGITAL WRITING


Elementi d'attenzione
  • integrare linguaggi e registri linguistici (ad esempio, il testo può "montare" i video)
  • paragrafare molto e creare menu con ancore nella pagina
  • scrivere in forma sintetica, ma non esagerare con gli elenchi puntati
  • risolvere questioni tecnico-percettive (tipo di carattere, colori, separazioni tra i paragrafi, spazi vuoti, ...)
  • ...

Indicazioni Bibliografiche

Link


IPERTESTO/IPERMEDIA


Il wiki è anche un taglio ipertestuale :
  • stratificazione dei contenuti (sintesi/approfondimento)
  • possibilità di scegliere i contenuti e i livelli di approfondimento.
  • differenti approci ai contenuti (strutturale, cronologico, concettuale, operativo)
  • aggregare/inglobare oggetti multimediali e altri format (taglio giornalistico , taglio docufiction , slideshow emotivo )


AUSILI PER LA SCRITTURA


  • membri e profili: la comunità (partecipazione ampia: docenti, allievi, genitori, esperti, amministratori locali, aziende, ...)
  • history: le versioni successive delle pagine, le modifiche e il confronto
  • sistema e-mail interno alla piattaforma (con segretezza dell'indirizzo delle caselle)
  • Discussion: possibilità di aprire un forum per ogni pagina: può attivare il dibattito sulla costruzione della pagina, può permettere la discussione sulla pagina, può consentire l'interazione con chi sta trasferendo l'esperienza nella propria realtà scolastica (documentazione e didattica si possono positivamente intrecciare nel wiki)


wiki.gif





L'albero del wiki



LABORATORIO

suora.jpg
I corsisti, singolarmente o a piccoli gruppi, apriranno un wiki in forma guidata e sperimenteranno le sue funzionalità secondo la traccia riportata qui sotto.
Il wiki dovrà raccogliere elementi di documentazione di una esperienza didattica.

I corsisti saranno anche invitati ad iscriversi al presente wiki per discutere delle tematiche delle diverse giornate e partecipare eventualmente anche alla sua costruzione.

SVILUPPO

Aprire un wiki:

  • Iscriversi alla piattaforma
  • Dare un nome al wiki
  • Aspetto (temi, colori, logo)
  • Permessi
  • Pubblicità

Creare la comunità:


Strumenti:

  • Statistiche degli accessi
  • Utilizzo dello spazio

Gestione dei contenuti:

  • Pagine
  • File
  • Tag

Il menu di navigazione, la struttura del wiki:

  • Ordine alfabetico
  • Ordine personalizzato
  • Creare le pagine
  • Gerarchia delle pagine

Creare e modificare le pagine:

  • Formattare il testo (dal grassetto alla tabella)
  • Creare le pagine (link)
  • Link interni (nel wiki, tra wiki di Wikispaces) ed esterni
  • Caricare, inserire, linkare file (interni ed esterni)
  • Widget: embed di oggetti multimediali
  • Visual Editor ed WikiText Editor

Riesame e discussione:

  • Rivedere e confrontare le versioni delle pagine
  • Notifiche ed e-mail della comunità
  • Gestire e partecipare ai forum delle pagine

PIATTAFORME

ESEMPI

APPLICATION

RUNTIME
  • Adobe Flash Player (indispensabile per poter interagire negli ambienti del Web 2.0 e con le web application)
  • Java (indispensabile per poter interagire negli ambienti del Web 2.0 e con le web application)